🍇 Lunedì del Vigneron - Codice LDV15LUG per un -15% di sconto su tutte le referenze di Fausto Andi 🍇 🍇 Lunedì del Vigneron - Codice LDV15LUG per un -15% di sconto su tutte le referenze di Fausto Andi 🍇 🍇 Lunedì del Vigneron - Codice LDV15LUG per un -15% di sconto su tutte le referenze di Fausto Andi 🍇 🍇 Lunedì del Vigneron - Codice LDV15LUG per un -15% di sconto su tutte le referenze di Fausto Andi 🍇 🍇 Lunedì del Vigneron - Codice LDV15LUG per un -15% di sconto su tutte le referenze di Fausto Andi 🍇
Blog

Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)

Friday 05 July 2024
In questo episodio andiamo alla scoperta delle storie affascinanti dei Camuno Boys e della loro terra vocata al vino, ma spesso troppo poco riconosciuta: la Val Camonica.
Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Seconda puntata di Wild Vigneron Talks - Edizione 2024!

In questo episodio andiamo alla scoperta delle storie affascinanti dei Camuno Boys e della loro terra vocata al vino, ma spesso troppo poco riconosciuta: la Val Camonica.

Ospiti Fabrizio di I Nadre, Alberto di Nivelli, Fausto Ligabue ed Enrico della cantina Concarena. Con loro, in questo episodio, andiamo a mettere in luce le personali esperienze, esplorando il loro legame profondo con la terra, le sfide che affrontano e le loro aspirazioni per il futuro della viticoltura in questa regione.


Le radici della passione: la presentazione degli ospiti

Fausto Ligabue racconta come abbia ereditato la passione per la viticoltura dal padre e di aver trovato nella Val Camonica un territorio dalle grandi potenzialità.

Iniziando a fare vino in modo più strutturato dal 1998, Fausto ha sempre visto il territorio come un valore da dimostrare attraverso i fatti. Nonostante le difficoltà climatiche e logistiche, la sua dedizione e la gioia di fare vino lo hanno sempre motivato. Lo stesso Fabrizio (I Nadre) è stato ispirato da Fausto.

Originario della Val Camonica, Fabrizio ha riscoperto la viticoltura come una passione che ha coinvolto tutta la sua famiglia. Dedicandosi alla viticoltura come secondo lavoro, ha potuto permettersi di archiviare alcune bottiglie e vedere come si evolvevano nel tempo, scoprendo con piacere che i vini della Val Camonica possono invecchiare magnificamente.

Alberto, nato e cresciuto in Val Camonica, ha continuato la tradizione vitivinicola della sua famiglia. Nonostante le sfide di bilanciare un "lavoro principale" con la gestione del vigneto, si è determinato a portare avanti la tradizione e a esplorare nuove varietà di uva e tecniche di vinificazione. La sua azienda si sta definendo sempre più, con un focus su bollicine e bianchi fermi.

Enrico ha deciso di dedicarsi completamente alla viticoltura nel 2008, spinto da un forte legame con la Val Camonica. Ha costruito una cantina ben strutturata e si è dedicato a comprendere le specificità climatiche e del suolo della regione. Per Enrico, la viticoltura è un continuo processo di apprendimento e adattamento, cercando di interpretare al meglio le caratteristiche uniche del territorio.


Le sfide del territorio

Nel podcast si discute delle sfide climatiche, come la variabilità delle annate e le gelate, e delle difficoltà logistiche, come la gestione dei piccoli appezzamenti e la necessità di spostare attrezzature e prodotti.

Nonostante queste difficoltà, la passione per la viticoltura e il supporto delle famiglie li hanno sempre aiutati a perseverare. La Val Camonica presenta un terreno difficile e un clima variabile, ma proprio queste caratteristiche contribuiscono a creare vini unici e di carattere.


Il futuro della viticoltura in Val Camonica

Guardando al futuro, i produttori vedono un grande potenziale per la zona. Discutono dell'espansione delle superfici vitate, dell'introduzione di nuove varietà di uva e dell'adozione di tecniche innovative.

C'è un consenso sul fatto che il futuro sarà determinato dalla continua ricerca e dall'innovazione. 

Fausto, ad esempio, ha piantato varietà sperimentali come il Pinot Nero, mentre Fabrizio ha introdotto il Metodo Classico nella sua produzione.


Collaborazione e sostenibilità

Un tema ricorrente è l'importanza della collaborazione tra i produttori. Condividere esperienze e conoscenze permette a ciascuno di migliorare e affrontare le sfide in modo più efficace.

La comunità dei viticoltori in Val Camonica è unita dalla passione per la terra e dalla volontà di valorizzare il territorio attraverso i loro vini. Questa collaborazione è fondamentale per la crescita e lo sviluppo del settore vinicolo nella regione.

La degustazione organizzata Lunedì 1 Luglio 2024 in struttura è stata un'occasione per celebrare i successi e riflettere sulle sfide future. I vini della Val Camonica sono caratterizzati da una grande freschezza, acidità e autenticità, riflettendo il carattere unico della regione e la dedizione dei suoi produttori.

In conclusione, la Val Camonica, con i suoi vigneron appassionati e determinati, sta emergendo come una regione vinicola di grande interesse. 

Le storie di Fausto, Enrico, Fabrizio e Alberto mostrano come la passione, l'innovazione e la collaborazione possano superare le sfide e creare vini straordinari che raccontano il territorio in modo autentico.

Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Le meraviglie della viticoltura in Val Camonica (LDV 2024)
Il tuo browser ha il supporto JavaScript disabilitato. Ti preghiamo di abilitarlo.